martedì 27 gennaio 2009

stai crescendo


27/08/2008
Stai crescendo
Andrea ti guardo sai di cucciolo e stai crescendo
Ti guardo e ti amo perché vedo in te tuo fratello
Poi ti guardo e vi vedo così diversi.
Avete lo stesso sorriso al risveglio, la stessa voglia di restare svegli combattendo con il sonno per non perdervi nulla della vita, la stessa voglia di camminare presto.
Ti amo perché sei sempre scalzo.
Sei il mio gitano a piedi nudi.
Ti togli le calze mi guardi di sottecchi e ridi
Ti amo perché ti butti ad abbracciare tuo fratello, lo baci e te lo mangi.
Ti amo perché senza lallare e senza essere mai andato oltre i gridolini mi hai guardata, come a dire guarda lo so fare, e hai detto mamma.
Ti amo perché papà, geloso, cerca di confonderti le idee e far diventare quel mamma un pa-pà e tu gli sorridi e dopo un ma-pa… ripeti fiero mam-ma.
Ti amo quando sdraiato a pancia sotto punti le mani e provi a piegare le ginocchia e te ne stai culetto all’aria pronto prima o poi a partire per finire rotolato su un lato.
Ti amo anche quando non dormi la notte e te ne resti, appeso al letto, a chiacchierare.
Il tempo sta volando cucciolo Andrea
Ogni giorno una conquista.
Ogni giorno si avvicina sempre più al momento in cui mamma tornerà a lavorare e conterà le ore, pregherà il tempo di affrettare la sua corsa per giungere a casa e abbracciarvi stretti.

Nessun commento: