martedì 27 gennaio 2009

Oggi è spuntato il sole
sulla mia città.

Un sole tiepido che cancella il ricordo del giorno di neve
Non siamo abituati alla neve...
Anche se su di me ha sempre un fascino particolare.

E quanto è bella la mia città oggi sotto questo fascio di luce
le sue case arroccate l’una sull’altra
Così addossate che
ti rendono difficile capire dove sia la fine di una e l’inizio dell’altra
Così vicine che
le finestre si sfiorano
nei dedali dei vicoli.


Ed ecco i primi impavidi che,
ostentando coraggio,
iniziano a togliersi le giacche
lasciandosi scaldare le ossa dal tepore di quei primi raggi del mezzogiorno.


Ed ecco a Piazza De Ferrari
gente sdraiata sul prato intorno alla fontana,
bambini che corrono,
pance che, meravigliosamente, abbozzano la loro presenza
spingendo un po’ sotto il tessuto morbido dei maglioni
sotto lo svolazzare dei cappotti socchiusi.


Vecchietti sulle panchine
tavolini di un bar all’aperto
giornali e occhi strizzati per la luce
chiacchiericcio gioviale
al nuovo sole


Mi è apparsa così la mia città oggi,
così bella
forse lo è sempre stata o, forse,
basta guardarla con occhi diversi,
dopo un giorno di neve che aveva ovattato i rumori,
... sento che la primavera arriverà presto.

Nessun commento: