martedì 27 gennaio 2009

SEMPLICEMENTE COMPLICATA

Semplicemente Complicata perchè?
Sinceramente non credevo, arrivata ai trent’anni,
di poter sentire nuovamente la necessità di affidare alla carta ogni sorta di mio pensiero….
Tenere un “diario”, si pensa, sia cosa da ragazzine alle prese con le prime
cottarelle, con i primi segreti
che paiono, al momento, inconfidabili
ma che riletti dopo anni fanno solo sorridere e basta.

Eppure adesso trentenne due figli, due cani e due mutui… sento che
mai come ora, se non affido pensieri, racconti e appunti alla carta scritta

tutto mi sfuggirà da sotto le dita con la velocità con la quale tutte le mie giornate stanno proseguendo.
E allora eccomi qui con la mia penna virtuale...
il mio diario prende forma.
Non sarà un aggiornamento continuo, un diario giornaliero
ma un appuntare ciò che in quel momento trovo significativo.
che sia semplicemente il racconto di ciò che mi è accaduto in quella giornata e riflessioni ad esso legate,
spaccati della mia vita e dei miei figli,
una frase, un proverbio, un modo di dire che mi ha dato da riflettere o, magari,
un testo o parte di esso o anche solo una strofa di una canzone.
E c'è una canzone che mi frulla in testa in questo periodo.
La canzone in questione è “ Almeno tu nell’Universo” di Mia Martini
uno dei maggiori capolavori di questa donna, tristemente, caduta sotto il peso della sua debolezza.
" Sai, la gente è strana prima si odia e poi si amacambia idea improvvisamente, prima la verità poi mentirà luisenza serietà, come fosse nientesai la gente è matta forse è troppo insoddisfattasegue il mondo ciecamentequando la moda cambia, lei pure cambiacontinuamente e scioccamente.Tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo !un punto, sai, che non ruota mai intorno a meun sole che splende per me soltantocome un diamante in mezzo al cuore.tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo!non cambierai, dimmi che per sempre sarai sinceroe che mi amerai davvero di più, di più, di più.Sai, la gente è sola, come può lei si consolaper non far sì che la mia mentesi perda in congetture, in paureinutilmente e poi per niente.tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo !Un punto, sai, che non ruota mai intorno a meun sole che splende per me soltantocome un diamante in mezzo al cuore.tu, tu che sei diverso, almeno tu nell'universo !Non cambierai, dimmi che per sempre sarai sinceroe che mi amerai davvero di più, di più, di più."
Perchè semplicemente complicata?
Perchè sono così.
Nella semplicità dei miei sentimenti mi scontro con il complicato riuscire a non essere fraintesa da troppe persone che, i
indossando una maschera, non ti mostrano la sincerità.
Quanto è vera quella canzone quando dice che la gente
cambia idea come le mode
insoddisfatti
complicati.
Sembra più complicato dimostrare la semplicità senza essere taggiati di menzogna, di perbuonismo, di falsità
che essere come tutti complicati.
Semplice no?

1 commento:

Max C ha detto...

Beh...per me che sono semplice, non è difficile mettere giù le cose. Però mi rendo conto che spesso nelle complicazioni e nel caos molti si ritrovano meglio che non nella normalità (sempre che esista).
anche io mi sono ritrovato oltre tre anni fa ad iniziare un blog, un diario..l'ho trovato interessante perchè come un segnalibro per la propria vita, da rileggersi ed eventualmente condividere con altri.