venerdì 15 maggio 2009

A volte...



A volte ti tocca


scontrarti contro la stupidità umana


che quando porta i geni del seme che ti ha dato la vita


brucia come una scottante ferita


una coltellata al petto.


A volte ti capita di pensare a quelle coppie separate


che si contendono il figlio a botte di premi, regalini e lotte


e scuoti la testa sperando che mai


mai uno dei tuoi figli


debba divenire


"l'oggetto" del contendere.


Poi ti ritrovi un padre, un nonno


che mai ha voluto calcare il ruolo che la natura


si generosa aveva serbato per lui...


Un padre che mai un gesto d'affetto, una carezza, una lode


un padre che ti allontana come figlia


faccia divenire, nella sua stupidità,


tuo figlio "l'oggetto" del contendere guadagnandosi il suo affetto


con tutto ciò che per te è sbagliato e che


per lui invece diventa punto a favore


ma non come ruolo di nonno buono che vizia


ma come ruolo di sfidante.


Capita che tu debba vedere tuo figlio, vestito e trepidante


restare tutto un pomeriggioin attesa di un nonno


che promette ma non verrà


capita che per il bene di tuo figlio tu lo faccia uscire con il papà
tornato stanco dal lavoro per restare tu con il piccolo febbricitante

Capita che al ritorno tuo figlio si comporti con te stranamente

perchè gli è stato detto

che la mamma non voleva lui uscisse.

E non pretendi che un bambino di quasi quattro anni ragioni e pensi che

tu l'avevi vestito e atteso con lui

e trovato la soluzione alternativa

e ti tocca mettere una maschera, dire bugie per giustificare,
piangere sommessamente quando loro già dormono

perchè ti piange il cuore a vedere che va a letto senza il bacino della

buonanotte perchè gli stupidi rancori, l'ignoranza

si stanno facendo strumento di un bimbo indifeso.

E allora al dolore si aggiunge la rabbia, un grido di solitudine
che muore in petto

e tu, mammifera leonessa, difendi il tuo cucciolo di leone

affinchè non debba mai

mai

essere strumento in mano agli stolti.

Capita,

ma fa male.

19 commenti:

PaolaFrancy ha detto...

che cosa triste che hai raccontato beba. mi dispiace molto. per quel poco che può servire, sappi che ti capisco.
tra le promesse che hai scritto nel post precedente, mettici anche quella di sfruttare questi brutti momenti per diventare ancora più forte di come sei adesso. e trasmettere questa forza ai tuoi bambini.

io mi ripeto sempre una cosa: quando diventerà grande francesco, capirà tante cose.
non è una consolazione, ma qualcosa vuol dire.

un abbraccio enorme.
mi piacerebbe esserti vicino. e comunque lo sono ugualmente, anche se non fisicamente.paola

Improvvisamente in quattro ha detto...

Ti sono vicina...

luci ha detto...

grazie per essere passata da me, mi sono ritrovata anch'io nelle tue parole...e nel difendere i miei cuccioli da tutto questo, poi, domani, chissà...

Trilli ha detto...

Mi spiace e...purtroppo ti capisco!

2Gemelle ha detto...

Cavoli, mi dispiace tantissimo leggere queste cose, ancora di piu' pensando ai nostri nonni, ed ai miei genitori e suoceri, nonni delle ns figlie.

Non mi azzardo a giudicare perche' sono queste situazioni personali e famigliari molto delicate, certo e' un peccato che un dono cosi' unico e bello, quello dell'essere nonni, venga sprecato cosi', rendendo i nipoti oggetti delle proprie contese.

Il tempo sara' il miglior giudice, chissa'... speriamo che si ravveda e sappia cambiar rotto, mai disperare che possa succedere.

un salutone

miciobigio ha detto...

Ho un babbo che ha non ha mai voluto-saputo fare il babbo.
Adesso vuole riscattarsi facendo il nonno, ci prova ma fa più danni che altro. E le mie parole affinchè possa correggere il tiro volano come il vento... come sempre è stato.
I bimbi cresceranno e impareranno a riconoscere l'amore vero: quello della mamma non conosce rivali!
Ti capisco e ti abbraccio! F.

Alessandra ha detto...

che tenerezza e che str.... lui...
ti abbraccio

PaolaFrancy ha detto...

beba, ciao .volevo ringraziarti della poesia e dirti che ho aggiunto la rima, che è tutta dedicata a te.
un bacio, paola

beba ha detto...

ho vomitato il mio dolore tra queste pagine del blog..
e voi avete saputo contenerlo e carezzarmi il cuore...

tati ha detto...

Passo il silenzio, ma ti abbraccio forte.

Chiara ha detto...

Cara Beba...
mio padre nella mia vita mi è mancato.. quanto mi è mancato... tanto che ho dovuto imparare a farne a meno... forse un pò come te... E posso immaginare la tua sofferenza... nel proteggere con amore il tuo bambino che non può sapere... non deve capire...
Deve essere difficile... soffrire in silenzio e fingere sorrisi... ma penso che oltre ad essere una mamma dolcissima tu sia anche forte ed intelligente.. dotata di pazienza e saggezza... Sai quello che devi fare... non negare un nonno a tuo figlio.. e non permettere a tuo padre che si compri il tuo bambino solo per farti un dispetto...
A volte quanto ci mette a dura prova la vita !!!!
Forza Beba!!!

beba ha detto...

Sono bastate poche mie parole perchè voi capiste perfettamente la lotta che c'è dentro di me contro i sentimenti che provo e la superiorità di andare oltre per non privare totalmente mio figlio di una figura familiare seppur non proprio positiva e ciò che in realtà vorrei gridare...
grazie del vostro sostegno...

Silvia - Mamma Imperfetta ha detto...

Ti abbraccio, cara.
Sono parole che non so vorrebbero mai leggere e tantomeno vivere.
Proteggi quel bambino trepidante e anche te stessa.
Silvia

Amalia ha detto...

Mi dispiace, Beba... ma tu sei una persona dolce e al tempo stesso assennata, non è facile trovare la soluzione ideale, perchè si è combattuti, tra il bene del bambino e il fatto di non privarlo della figura del nonno...
La vita è già piena di problemi, regaliamo ai nostri figli momenti di serenità, tu saprai fare la cosa giusta, sei una persona speciale, vorrei carezzarti il cuore come hai fatto tu con me qualche giorno fa,amica mia...
un abbraccio forte,
Amalia

beba ha detto...

.... mi commuovete... davvero...

Lale ha detto...

Beba speravo che le cose fossero migliorate...

Un abbraccio stretto stretto...

miks ha detto...

che situazione....

son certa che ne uscirete tutti più forti...sei intelligente e hai figli intelligenti...

un abbraccio forte a te e una coccola al tuo ometto!!

Elisa Stocco ha detto...

Passavo di qui!
Quanta umanità nel tuo racconto, quanta tenerezza ed amore per i tuoi figli. Hai tutte le premesse per fare la cosa giusta per loro. Credo che l'amore vero e sincero non possa che trasparire e i figli lo capiscano!
Baci

beba ha detto...

Oh grazie
le tue parole mi sono di enorme conforto.
Spero che un domani quello che coltivo per loro dia dei buoni frutti anche se a volte devo lottare... contro le intemperie della vita...