venerdì 30 ottobre 2009

Porta...tutto ... natalizio







Ok, forse è un po' presto

Forse stare a casa in quarantena mi sta portando a una strana metamorfosi

che mi trasforma in una creativmommy

(MammaFelice e Beta... tremate ...)

forse perchè spero che questo progetto partendo

da una bottiglia di succo di frutta,

destinata alla spazzatura,

possa far parte dell'idea di Beta e Katia

che potete leggere qui.

Ecco a voi il mio lavoretto finito.

Può essere un grazioso portapenne natalizio

oppure coprire il vaso di una piantina grassa o

una piccola stella di Natale

o essere riempito di cioccolatini.

Mi piaceva l'idea di dare al fondo questo aspetto

a "sacco di babbo natale"

nulla di eccezzionale... ma il risultato mi soddisfa.


E un altra creazione sta per prendere forma.

Riciclando i coperchietti dei profumatori per armadio

un po' di stoffa, un cordoncino....
Sto iniziando a divertirmi...



martedì 27 ottobre 2009

...Strello




Eccolo il mio pipi...

e ... a chi dice che non è carino

niente dolcetti...

( vi prego mentite...)

Però i bambini si sono divertiti a collaborare

nella sua creazione.

Halloween



E' vero
lo sconforto non deve prendersi del tutto
la nostra vita.
In fondo tutto ancora può essere.
In fondo, magra consolazione,
non è il peggiore dei mali.
In fondo un bambino non può essere vittima
del suo stato di malessere.
E allora impegnamo le nostre energie,
lasciamo largo alla fantasia
ai materiali che troviamo in casa
e impegnamo il tempo.
E allora approfittiamo della festività di Halloween in arrivo
che, nonostante non faccia parte della nostra cultura,
sta entrando sempre di più in quella della generazione dei
nostri figli.

Ed ecco il nostro lavoretto di ieri.

Ricavato dal cartone della scatola dei biscotti del mattino
disegno libero ( e arrangiato) della mamma.



Ed ecco il lavoro finito ad asciugarsi


E ora vi sfido.
Chi è Alessio?
E chi Andrea?
Vi facciamo paura???






lunedì 26 ottobre 2009

tristezza...




In questi giorni ho una immensa tristezza addosso.

Normale.

Visto che dopo mesi di malattia, di farmaci, di notti insonni,

di nessun segnale di miglioramento,

le analisi del sangue hanno dato la loro sentenza.

Ipogammaglobulinemia

si chiama così.

Una condizione fisica che non conoscevo.

Una condizione che ora è entrata a far parte della

mia famiglia, di mio figlio.

Una condizione che cambia la mia visione delle cose.

La nuova influenza?

Beh, dicevo fino a poco tempo fa, verrà affrontata dai miei

figli come una normale influenza, da individui sani

e passerà in barba all'ingigantire dei mass media.

Ora mi fa paura.

Paura perchè mio figlio non ha la condizione fisica

di far fronte a un eventuale contatto con il patogeno.

Ipogammaglobulinemia

è la riduzione nel sangue delle gammaglobuline.

Queste rappresentano gli anticorpi cioè la difesa del nostro

organismo contro i microrganismi patogeni

siano batteri o virus.

La causa molto probabilmente è genetica.

Le probabilità cui ci hanno messo di fronte sono che

possa essere una forma reversibile infantile

ma anche irreversibile.

E questo mi terrorizza.

La pediatra ci ha consigliato di tenerlo lontano da

ogni fonte possibile di contagio.

Ci ha dato il veto assoluto per la materna

calderone di malattie infettive

che potrebbero essere pericolose, in questo momento,

per Alessio.

I miei pensieri vanno oltre...

io lavoro in un ospedale...

potrei divenire un veicolo....


Abbiamo tre mesi di terapie da affrontare,

tre mesi di preghiere e attesa

lacerante.


Non è questo che sognavo.

Sognavo mio figlio all'uscita da scuola

con un disegno in mano,

con il nasino ad annusare il forno a rugnare per la focaccia,

sognavo un ruolo nella recita di Natale,

piccoli litigi con gli amichetti,

giornate fuori con il naso gelato a rifugiarci in un bar per

una cioccolata calda

a sorridere per i baffetti sporchi.

Sognavo,

voglio sognare ancora.

Per ora piango un po'.

mercoledì 21 ottobre 2009

blog candy e premi

Molti di voi conoscono già tre bimbi in tre anni

mamma blogger super impegnata.

Per chi non la conosce ci terrei a segnalare il suo nuovo sito

pane burro e zucchero (la merenda a domicilio).

E come notate qui a fianco è in corso un blog candy per festeggiare

la novità.

Un blog-candy goloso e simpatico per halloween.

Ma sbrigatevi c'è tempo solo fino al 25 ottobre!

A proposito di premi.

Vorrei ringraziare Beta ed Extramamma per avermi

nominata e francobollata come blog da sbirciare...





Le regole del gioco prevedono di nominare il blog che ti


ha consegnato il francobollo,

passarlo ad altri 10 amici e chiedere loro di pubblicare le regole

affinchè il francobollo passi ad altri e si conoscano nuovi blog.

Io vorrei consegnarlo a :

Caia che le lezioni di mammità le fa lei a noi con i suoi deliziosi post
a Bemz che aspetta Viola e ci regala emozioni e confidenze dei suoi stati d'animo
a un blog lanoso... di una pecorella in crescita Sheireh
a Mammanatura che sta soffrendo tanto senza la sua macchina fotografica ( ah ah ah ti prego ridi...)
a Chiara che ci consiglia come viaggiare con i bambini fornendo tutte le indicazioni e le foto dei suoi viaggetti a misura di famiglia.
a Elisa che ci incanta con le sue foto piccole meravigliose perle della sua città e non solo...
a Federica che unisce i sentimenti dei suoi post all'abilità delle sue creazioni
a NonnaAnna e le sue favole meravigliose
a Yaya e le sue patacroccole che le hanno cambiato la vita
e a Rosita mammacreativa

Uff difficile scegliere tra dieci blog...

art gallery














Ci sono delle volte...
che lascio che le immagini sul mio blog
parlino al posto delle parole.
Ci sono dei periodi di assenza
in cui riscopri che le mamme
"le smielose blog mamme" come a volte veniamo definite
ti sono venute a cercare,
hanno chiesto notizie dei tuoi figli,
hanno mostrato vero interesse,
hanno cercato canali alternativi per avere notizie.
In questo mio post
ritorno dopo un periodo stancante
con i bimbi malati.
E torno con un trionfo di colori.
Con la nostra "gallery" degli artisti
che oggi, tra le nubi e la pioggia, ha riempito di colore la mia casa.
Domani avremo i risultati delle analisi di Alessio.
Abbiamo avuto dei momenti di tensione e preoccupazione.
Ancora non ne siamo del tutto fuori.
Ma voglio tornare a sorridere un po'.
Voglio entrare nella mia cucina
e strizzare un po' gli occhi per quel trionfo di colore
che è diventato il muro.
Come il sole quando apri le finestre d'estate.

giovedì 1 ottobre 2009

Katy and the cat









Nel poco tempo che mi concedono i bimbi per scrivere sul mio blog



non posso non segnalare di nuovo un altro giveaway di Katy and the cat



alias Snezana.


Ho già parlato dei suoi splendidi disegni qui.


E, nuovamente, vi invito a sbirciare in quel calderone di creatività.

Buona fortuna a tutte quelle che parteciperanno...

e a me!