giovedì 30 aprile 2009

Di premi e di desideri...






E' il mio primo premio... che dire beh sono un po' emozionata


specie perchè, marilena,

la mamma blogger che me lo ha assegnato è una persona speciale


che ha sintetizzato il mio pensiero su ciò che cerco tra le pagine dei vostri blog...

notizie di amiche che sento vicine, che sento comprendere i miei sentimenti

e che mi emozionano con le loro parole.

Con lo stesso piacere dell'averlo ricevuto desidero dare questo premio a :

Amnesia che ha da poco aperto il suo blog mostrandosi camaleonticamente

la persona splendida che è...

Cristina con i suoi pezzetti di cielo

Micks che tra ago filo e tre bimbi riempie le sue giornate

Barbara perchè è un appuntamento fisso che ha unito molte di noi

Luca papino innamorato delle sue principesse

Marilde, Roxy e Trilly perchè le sento vicine...

Estendo il mio premio a tutti tutti gli altri ... anche chi non ho nominato

ma che ho nel cuore

e che so aver già ricevuto questo premio.



lunedì 27 aprile 2009

Un dolore ...


La casa è immersa nel silenzio

i bambini, finalmente, si sono addormentati.

Resto io, la penombra, una tazza di caffè bollente,

una giornata piovosa e un cielo plumbeo che non aiuta i pensieri.

La mente svuotata, gli occhi fissi

concentrati sugli anelli concentrici che crea il cucchiaino

che continua a girare

quel liquido nero che, ormai, si è freddato.

TLIN-TLIN-TLIN

quel suono mi infastidisce.

Sono io la causa di quel tintinnio

ma, fino ad ora, non me ne ero accorta.

TLIN

Blocco la mano che gira il caffè.

Lo butto giù...

-E' AMARO-

Un sorriso beffardo mi compare sul viso

... Strana la vita..

Oggi mi sento svuotata

mi rieccheggiano alla mente parole troppo forti

troppo contrastanti rispetto all'idea di una vita che ti cresce

in grembo... CHEMIOTERAPICI.

Perchè questo piccino che ha resistito fino ad ora

aveva deciso di crescere laddove non c'è spazio per

diventare grandi... in una tuba.

E dopo un raschiamento e quell'idea di vuoto di due giorni fa

ora la terapia chemioterapica.

Un colpo al cuore.

TLIN TLIN TLIN

gocce di pioggia contro il vetro

un brivido di freddo.

TLIN goccia di lacrima sulla tastiera.

Tornerà

Tornerà il sole nel nostro cielo

tornerà questo bimbo nel tuo grembo Deborah amica mia

e questa volta gli creerai un nido accogliente

dove potrà crescere e nascere.
E in cielo ti guarderà il tuo piccolo angelo

E tutto ciò sarà solo un ricordo

un piccolo vuoto che mai si colmerà

ma che piano piano cercheremo di riempire di VITA.


Grazie a tutti voi amici miei che avete

sperato con me, pregato e supportato il mio dolore.

Ora piango un po'

ma già io attendo IL SOLE.


giovedì 23 aprile 2009

Io prego




Amica mia

abbiamo condiviso tanto insieme,

abbiamo discusso,

ci hanno allontanate i pettegolezzi

ma noi abbiamo saputo volare alto sopra le cattiverie che non ci volevano unite
e siamo cresciute.

E stiamo crescendo i nostri figli insieme

e ora

ora c'è una nuova vita dentro di te.

Una nuova vita che io avevo sentito un mese fa quando vedendoti triste

non so come mi uscì quella frase "hai bisogno di un altro figlio de'?" ti dissi

d'impulso asciugando le tue lacrime.

E quella vita cresceva già dentro di te

ma fiumi di sangue stanno scorrendo da giorni

da troppi giorni

e la superficialità con cui ti hanno detto "ripeta le beta ma tanto è un aborto"

ci ha lasciato l'amaro della sconfitta in bocca.

Ma alla creatura che cresce dentro di te no...

no perchè sta combattendo per la vita

le beta si stanno accrescendo

e ora, mentre ti stanno portando in un ospedale,

troppo lontano da qui,

io prego

prego per te

per la creatura che è dentro di te

per l'altro che in questi giorni terrò anche io se necessario.

Io prego

giovedì 9 aprile 2009

solo una parola....

Giorni di morte.

La terra continua a tremare.

La gente continua a pregare, a sperare ad attendere ma il numero di morti

aumenta incessantemente.

La gente continua a mobilitarsi.

Richiesta di sangue prontamente rifornita, aiuti umanitari, raccolte di soldi, sms.

Anche noi nel nostro piccolo abbiamo cercato di fare il possibile.

Sono giorni che solo guardare il tg diventa impossibile,
specie quando ci sono i bambini svegli,
senza che il magone ti attanagli la gola.

Giorni in cui ti assale la rabbia pensando che, in mezzo a tanta
disperazione che accomuna, che avvicina, che separa,
riescano ad esserci atti di sciacallaggio.

Continuiamo a pregare a sperare continuiamo con gli aiuti

nella speranza.... il nostro cuore è con voi.

sabato 4 aprile 2009

DALLE NUVOLE...






ARRABBIATA


"Alessio non fare quello che casca dalle nuvole eh?"


"Oh poverino e poi dove va?"


".............."


FINE ARRABBIATURA