martedì 1 dicembre 2009

C'era una volta....


C'era una volta un omino di neve.
Abitava in una bella sfera di cristallo.

Era stato la fonte di sorrisi e gioia

per i bambini che avevano abitato

quella casa.

Ma poi, con il passare del tempo,

era diventato un ninnolo dimenticato

nello scatolone delle decorazioni.

Ora, a pochi giorni dal Natale,

era stato di nuovo tirato fuori

e disposto sul tavolino di fronte alla finestra.

L'omino di neve, Jack era il suo nome,

guardava annoiato il mondo fuori.

Era stato bello felice un tempo ma ora..

Ora il suo unico desiderio era uscire.
"Io voglio uscire fuori...." continuava a dire.

Tornare a sorridere per aver suscitato un gridolino di gioia,

di sorpresa, quando la sfera tra le dita di un bambino

avrebbe scaturito una tempesta di neve.

Ma le uniche mani che l'avevano preso, spolverato

e posizionato sul tavolino erano quelle grinzose della signora

Claudine.

I suoi occhi si erano posati malinconici e frettolosi

su Jack.

Troppi ricordi, troppa tristezza.

Troppa solitudine.

Claudine si alzò dalla sedia a dondolo a fatica

quando sentì suonare alla porta.

Non aspettava nessuno.

Non desiderava vedere nessuno.

Si trovò di fronte una bimba dai riccioli biondi

e dagli occhi verde smeraldo la cui bellezza non andava ricercata

lontano.

La donna che la accompagnava era di altrettanta beltà.

"Siamo i nuovi vicini" le dissero con un sorriso.

La curiosità della bimba la spinse a curiosare un po'

all'interno dell'appartamento dell'anziana signora.

Sfiorò i tasti, impolverati e induriti, del vecchio pianoforte

che risuonò un malinconico e stonato motivetto.

Poi la bimba afferrò la sfera di cristallo

e le parve che il buffo e grassoccio omino di neve

al suo interno le sorridesse.

"Puoi tenerla se vuoi..." le disse Claudine addolcendo

il suo viso grinzo.

Qualcosa le diceva che quello sarebbe stato un Natale diverso....
Era un altro di quei piccoli miracoli di Natale.


O forse, solo il miracolo che un sorriso,

una visita e un cuore che si scioglie un po',

come un fiocco di neve tra le mani calde.

Questa è la mia favola di Natale

Il mio modo di sperare nel nostro Miracolo di Natale.




27 commenti:

Claudia ha detto...

Oh... che dolce favola....
Mi auguro di cuore che anche per voi questo Natale sia pieno di sorrisi pieni di amore!!!
Un abbraccio

Mammagiramondo. ha detto...

Beba è bellissima, ho le lacrime agli occhi!!!
vedrai che il miracolo arriverà, ne sono sicura. Tu continua a crederci!
Un abbraccio forte e... grazie per questa bellissima favola.

silvia ha detto...

sono commossa... bellissima! e complimenti per tutti questi magnifici lavoretti che state facendo

Beta ha detto...

Beba, non ho parole ... ma gli occhi lucidi di lacrime! Un abbraccio forte forte

Amalia ha detto...

Cara Beba,
mi hai commossa, ho gli occhi umidi per le tue parole... ti auguro ogni bene, amica mia.
Domani ci sarà il ricovero del tuo piccolino, avrai tante cose da fare e da pensare, io sarò vicino a te, col pensiero e le preghiere.
Ti abbraccio forte,
Amalia

Snezana ha detto...

Questa favola è molto bella,grazie ad averla condivisa con noi.In bocca al lupo per tutto!

méli-mélo ha detto...

Grazie per aver visitato il mio blog. E grazie per questa favola dolcissima. La leggerò stasera ai miei bimbi. Ripasserò.
Vannalisa

beba ha detto...

Amalia cara tesoro il ricovero purtroppo è stato spostato al 17 dicembre.
Grazie a tutte voi per essere passate da qui

Sonia ha detto...

T.T Ma è bellissima... mi è piaciuta talmente che ha persino risvegliato il mio ultimo neurone e mi ha fatto venire un'ideuzza ^^

Complimenti anche per tutti i meravigliosi lavoretti e un bacio enorme a te ai tuoi bimbi... e anche una spruzzatina di polvere fatata da parte delle mie bestioline che magari chissà... portasse un po' di fortuna... ;)

nonnAnna ha detto...

Ciao beba
la favola è bellissima...
continua ad essere forte come sei stata sino adesso e non smettere di crederci...vedrai che il Natale ti porterà il Grande Miracolo.
Un abbraccio di tutto cuore e tanti baciotti ai tuoi bellissimi bimbi
nonnAnna

extramamma ha detto...

Cara Beba, la favola è veramente stupenda un abbraccio e complimenti per tutte le tue creazioni!

Amalia ha detto...

Mi dispiace, Beba, ma continua ad essere forte, mi piacerebbe scriverti se ti va, la tua mail?

beba ha detto...

deborah_rizzo@fastwebnet.it

iomibasto ha detto...

bellissima favola!! davvero!! ma non ho recepito l'etichetta sotto la quale l'hai catalogata...un suggerimento: "STRONZATE DI NATALE".
Auguri!!

Rinaldo ha detto...

X IOMIBASTO: hai proprio ragione! é una pena!! ma queste davvero si intenerisco,si fanno venire gli occhi lucidi, piangono per minchiate senza fine nè pietà? e si dichiarano pure di sinistra!!!laddove sinistra dovrebbe significare LAVORO!!!e ci credo che siamo allo "sfacio"!! forse hanno ragione quelli che rimpiangono il "fascio"!!Dov'è la sinistra?dove sono le donne che reggevano famiglie di 13 figli?sono perse dietro le palle di neve,i guantini,i "moschettieri"...ma quello che veramente inseguono sono i "TROMBETTIERI"!! e allora, maschietti di sinistra, fatevi sotto!!!!!!!!!!!!!

Salvatore ha detto...

Perchè,ci sono ancora i "maschietti di sinistra"? e dove stanno? Dalle "Brende si serie "C"? Poraccie! Stanno messe proprio male!!!

beba ha detto...

Lieta di conoscervi molto molto lieta. C'è chi accetta anche le critiche negative... son costruttive.
Auguri anche a voi.
;-)

prudence ha detto...

ciao beba, grazie per aver visitato il mio blog, davvero carino il tuo, pieno di belle idee, un bacio e tanti auguri a te e ai piccoli

prudence ha detto...

ciao beba, grazie per aver visitato il mio blog, davvero carino il tuo, pieno di belle idee, un bacio e tanti auguri a te e ai piccoli

Luca and Sabrina ha detto...

Una favola piena di dolcezza, i miracoli sono dentro le piccole cose, sono dentro l'attesa, dentro un sorriso che si apre alla speranza.
Un abbraccio da Sabrina&Luca

AbcHobby.it ha detto...

ciao beba la favola è stupenda e chi non sa ascoltare con il cuore non può capire :-)

un bacione
eli

rosita ha detto...

Ciao beba,
che fine hai fatto?
grazie per la tua poesia molto bella e mi associo a Abchobby, chi non sa ascoltare con il cuore non può capire.

aspetto un tuo post.
baci

extramamma ha detto...

Ciao, spero che oggi la visita che dovevi fare con il tuo bambino sia andata bene :-)
un abbraccio

nonnAnna ha detto...

Ciao Beba
ti penso sempre e ti mando un abbraccio fortissimo.
Baciotti ai tuoi bellissimi cuccioli
Tante serene giornate
nonnAnna

Amalia ha detto...

Ciao cara,
ti auguro un sereno Natale a te e alla tua famiglia,
ti abbraccio,
Amalia

enikő ha detto...

Tanti tanti auguri e un Natale sereno! :)

Anonimo ha detto...

Beba, leggo solo ora queste chicche...peccato che sia sempre la stessa persona che posta!!!
Perchè non rendi pubblici gli IP? ;-)
Stessi errori grammaticali e ortografici, stesse offese alla sinistra, stesse seghe mentali sul lavoro (chissà se lei ha mai lavorato un solo giorno in vita sua o se l'interdizione gliel'ha impedito)!

Strano che questa pazza non abbia messo il link del suo intelligente, raffinato, costruttivo blog.
Poteva approfittarne, prima che le arrivi la polizia postale a casa.
;-)